| Casa | Che cosa ? HBO? | FAQ | Personale | Testimonials | Foto |
| Estratti/studi | Redazione | Glossario | Forme di trasferimento dal sistema centrale verso i satelliti | Pacchetto del paziente Info | Contatto | Collegamenti | Sitemap |
| Neurologico | Ferite | Dentale | Emergenza/altra | Chirurgia plastica | Sport | Antinvecchiamento |

Guida di riferimento di Assistenza sanitaria statale

La terapia di HBO rimane un servizio coperto di Assistenza sanitaria statale e dovrebbe essere segnalata con il codice 99183 di procedura, la presenza del medico ed il controllo dell'ossigenoterapia iperbarica, per sessione. La seguente guida di riferimento per quanto riguarda la terapia di HBO ? presa dal manuale del Internet del CMS in linea e continua ad essere in effetti:
Allo scopo di riempimento nell'ambito di Assistenza sanitaria statale, la terapia iperbarica dell'ossigeno (HBO) ? una modalit? in cui l'intero corpo ? esposto ad ossigeno sotto pressione atmosferica aumentata.

Dopo i 30 giorni di nessun risultati con cura standard, discuta con il vostro paziente il livello seguente di trattamento

L'uso della terapia di HBO ? coperto poich? la terapia adjunctive solo dopo l? ? segni misurabili di guarigione per almeno i 30 giorni del trattamento con la terapia standard della ferita e deve essere usata oltre che cura standard della ferita. La cura standard della ferita in pazienti con le ferite diabetiche include: la valutazione di condizione vascolare del paziente e la correzione di tutti i problemi vascolari nel membro commovente se possibile, l'ottimizzazione di condizione nutrizionale, l'ottimizzazione di controllo del glucosio, sbrigliamento attraverso qualunque mezzi per rimuovere devitalized il tessuto, mantenimento di una base pulita e umida del tessuto di granulazione con le preparazioni umide adatte, scaricare adatto e di un trattamento necessario per risolvere tutta l'infezione che potrebbe essere presente. L'omissione di rispondere a cura standard della ferita accade quando non ci sono segni misurabili di guarigione per almeno i 30 giorni successivi. Le ferite devono essere valutate almeno ogni 30 giorni durante la gestione della terapia di HBO. Il trattamento continuato con la terapia di HBO non ? coperto se i segni misurabili di guarigione non siano stati dimostrati durante alcun periodo di 30 giorni di trattamento.

Circostanze coperte

Il risarcimento di programma per la terapia di HBO sar? limitato a quello che ? amministrato in un alloggiamento (un'unit? compresa dell'uomo) ed ? limitato alle seguenti circostanze:
1. Intossicazione acuta dell'ossido di carbonio, (ICD-9 - diagnosi 986 di cm).
2. Malattia da decompressione, (diagnosi 993.2, 993.3 di ICD-9-CM).
3. Embolia di gas, (diagnosi 958.0, 999.1 di ICD-9-CM).
4. Gangrene del gas, (diagnosi 0400 di ICD-9-CM).
5. Ischemia periferica traumatica acuta. La terapia di HBO ? un trattamento adjunctive importante da usare congiuntamente alle misure terapeutiche standard accettate quando la perdita di funzione, di parte del corpo, o di vita ? minacciata. (Diagnosi 902.53, 903.01, 903.1, 904.0, 904.41 di ICD-9-CM.)
6. Lesioni di schiacciamento e suturazione delle membra divise. Come nelle circostanze precedenti, la terapia di HBO sarebbe un trattamento adjunctive quando la perdita di funzione, di parte del corpo, o di vita ? minacciata. (Diagnosi 927.00 - 927.03, 927.09-927.11, 927.20-927.21, 927.8-927.9, 928.00-928.01, 928.10-928.11, 928.20-928.21, 928.3, 928.8-928.9, 929.0, 929.9, 996.90 - 996.99 di ICD-9-CM.)
7. Infezioni necrotizzantesi progressive (fasciitis necrotizzantesi), (diagnosi 728.86 di ICD-9-CM).
8. Insufficienza arteriosa periferica acuta, (diagnosi 444.21, 444.22, 444.81 di ICD-9-CM).
9. Preparazione e conservazione degli innesti di pelle compromessi (non per l'amministrazione primaria delle ferite), (diagnosi 996.52 di ICD-9CM; esclude l'innesto di pelle artificiale).
10. Osteomielite refrattaria, insensibili cronici all'amministrazione medica e chirurgica convenzionale, (diagnosi 730.10-730.19 di ICD-9-CM).
11. Osteoradionecrosis come aggiunta al trattamento convenzionale, (diagnosi 526.89 di ICD-9-CM).
12. Radionecrosis morbido del tessuto come aggiunta al trattamento convenzionale, (diagnosi 990 di ICD-9-CM).
13. Avvelenamento di cianuro, (diagnosi 987.7, 989.0 di ICD-9-CM).
14. Actinomicosi, soltanto come aggiunta alla terapia convenzionale quando il processo di malattia ? refrattario agli antibiotici ed al trattamento chirurgico, (diagnosi 039.0-039.4, 039.8, 039.9 di ICD-9-CM).
15. Ferite diabetiche delle estremit? pi? basse in pazienti che rispondono ai seguenti tre test di verifica:

1. Il paziente ha il tipo I o tipo il diabete di II e fa ferireirsi un'estremit? pi? bassa che ? dovuto il diabete;
2. Il paziente ha una ferita classificata come gradi III di Wagner o pi? alto; e
3. Il paziente ha venuto a mancare un corso sufficiente della terapia standard della ferita.
| PARTE SUPERIORE DELLA PAGINA |

1. Ossigenoterapia iperbarica per nonhealing le ulcere vasculitic. (.pdf)
2. Ossigenoterapia iperbarica per le ferite diabetiche croniche delle membra pi? basse--una rassegna della letteratura. (.pdf)
3. Salvataggio del membro e della funzione in fasciitis necrotizzantesi della mano: il ruolo del trattamento iperbarico dell'ossigeno ed il muscolo libero agitano il riempimento. (.pdf)
4. Il hyperoxia iperbarico sopprime lo sviluppo dello stafilococco aureo, compreso gli sforzi meticillina-resistenti.
5. Fattori di rischio per l'infezione chirurgica del luogo
6. Fattori di rischio per l'infezione chirurgica del luogo dopo resezione elettiva dei due punti e del retto: uno studio futuro del singolo-centro di 2.809 pazienti successivi.
7. Fattori di rischio per le infezioni chirurgiche del luogo della raccolta del piedino dopo chirurgia dell'innesto di esclusione di arteria coronaria.

Il hyperoxia iperbarico sopprime lo sviluppo dello stafilococco aureo, compreso gli sforzi meticillina-resistenti

Isao Tsuneyoshi1, Walter A. Boyle III1, Yuichi Kanmura2 e Toushiro Fujimoto3
(1) reparto di Anesthesiology, Scuola di Medicina dell'universit? di Washington, un viale dei 660 S. Euclid, scatola 8054, St. Louis, Mo 63110, S.U.A., Stati Uniti
(2) reparto di Anesthesiology e della medicina critica di cura, Scuola di Medicina dell'universit? di Kagoshima, 8-35-1 Sakuragaoka, Kagoshima 890-8520, Giappone, JP
(3) reparto di medicina, ospedale di Fujimoto, 17-4 Hayasucho, Miyakonojo, Miyazaki 885-0055, Giappone, JP
Estratto Scopo. Abbiamo studiato gli effetti di tensionamento aumentato dell'ossigeno sullo sviluppo in vitro dello stafilococco aureo (MRSA), dello stafilococco aureo meticillina-sensibile (MSSA) e di Escherichia coli (Escherichia coli).
Metodi. Gli effetti di tensionamento dell'ossigeno [il normoxia normobaric (O2 di 21% a 1 atmosfera), di hyperoxia normobaric (O2 di 100% a 1 atmosfera), del normoxia iperbarico (O2 di 21% a 2 atmosfere) e del hyperoxia iperbarico (O2 di 100% a 2 atmosfere) sullo sviluppo in vitro di MRSA, di MSSA e di Escherichia coli ? stato studiato dall'analisi della popolazione.
Risultati. Rispetto al normoxia normobaric, un'esposizione di 90 minuti a hyperoxia iperbarico ha inibito significativamente lo sviluppo di entrambi i MRSA (25.0 da ? 3.0%, ? medio SEM; P < 0.01) e MSSA (24.0 da ? 3.3%; P < 0.01). Il hyperoxia di Normobaric e il normoxia iperbarico erano senza effetto. In opposizione, lo sviluppo di Escherichia coli non ? stato influenzato da c'? ne dei trattamenti di cui sopra.
Conclusione. I nostri risultati indicano che lo s.aureus Del batterio, compreso gli sforzi resistenti, ? suscettibile dello sforzo dell'ossigeno. L'osservazione che riassumono relativamente il trattamento (90-min) con hyperoxia iperbarico ? sufficiente per produrre l'inibizione significativa di sviluppo suggerisce che il hyperoxia iperbarico possa essere utile nel trattamento delle infezioni stafilococciche serie.
|
PARTE SUPERIORE DELLA PAGINA |

Fattori di rischio per l'infezione chirurgica del luogo nell'ambulatorio spinale.

Divisione delle malattie infettive e della neurochirurgia, Scuola di Medicina dell'universit? di Washington, St. Louis, Missouri 63110, S.U.A. molsen@im.wustl.edu
OGGETTO: L'obiettivo di questo studio era di identificare i fattori di rischio indipendenti di specific per le infezioni chirurgiche del luogo (SSIs) che accadono dopo il laminectomy o la fusione spinale. METODI: Gli autori hanno svolto uno studio retrospettivo di contenitore-controllo sui dati ottenuti in pazienti fra 1996 e 1999 chi aveva subito il laminectomy e/o la fusione spinale. Quarantuno paziente con SSI o la meningite ? stato identificato ed i dati sono stati paragonati a quelli acquistati in 178 pazienti di referenza non infetti. I fattori di rischio per SSI erano le analisi monovarianti usando risolute e regressione logistica a pi? variabili. Il tasso chirurgia-relativo spinale di SSI (spazio dell'organo e di incisional) durante il periodo di quattro anni di studio era 2.8%. I fattori di rischio indipendenti per SSI identificato da analisi di pi? variabili erano incontinenza postoperatoria (rapporto di probabilit? [O] intervallo di fiducia di 95%, di 8.2 [ci] 2.9-22.8), metodo posteriore (O ci 2-33.5 di 95%, di 8.2), procedura per resezione del tumore (O ci 1.7-22.3 di 95%, di 6.2) e l'obesit? morbosa (O ci 1.9-14.2 di 95%, di 5.2). In pazienti con SSI la lunghezza postoperatoria dell'ospedale del soggiorno era significativamente pi? lunga di quella in pazienti non infetti (mediane 6 e 3 giorni, rispettivamente; la p < 0.001) ed ? stata riammessa all'ospedale per i 6 giorni supplementari mediani per il trattamento della loro infezione. L'ambulatorio ripetuto dovuto l'infezione ? stato richiesto nella maggior parte (73%) dei pazienti infettati. CONCLUSIONI: L'incontinenza postoperatoria, il metodo posteriore, l'ambulatorio per resezione del tumore e l'obesit? morbosa erano fattori di rischio indipendenti preventivi di SSI che segue l'ambulatorio spinale. Gli interventi per ridurre il rischio per queste infezioni potenzialmente devastanti devono essere sviluppati.
PMID: 12650399 [PubMed - spostato ad incrementi per MEDLINE]
| PARTE SUPERIORE DELLA PAGINA |


Fattori di rischio per l'infezione chirurgica del luogo dopo resezione elettiva dei due punti e del retto: uno studio futuro del singolo-centro di 2.809 pazienti successivi.
Linguetta R, Chen HH, Wang YL, CR di Changchien, Chen JS, Hsu KC, Chiang JM, Wang JY.
Sezione colorettale, ospedale commemorativo di Chang Gung, Linkou, Taiwan.
OBIETTIVO: Per per identificare i fattori di rischio per l'infezione chirurgica del luogo (SSI) in pazienti che subiscono resezione elettiva dei due punti e del retto. DATI SOMMARI DELLA PRIORIT? BASSA: SSI causa un numero considerevole di di morti e di complicazioni. La determinazione dei fattori di rischio per SSI pu? fornire informazioni sulla riduzione delle complicazioni e sul miglioramento del risultato. METODI: Gli autori hanno svolto uno studio futuro di 2.809 pazienti successivi che subiscono la resezione colorettale elettiva via la laparotomia fra il febbraio 1995 e dicembre 1998 ad una singola istituzione. Il risultato di interesse era SSI, cui ? stato classificato come essendo incisional o organo/spazio con o senza perdita clinica. Un modello di regressione di andata di rapporto di verosimiglianza ? stato usato per valutare l'associazione indipendente delle variabili con SSIs. RISULTATI: Gli SSI, il incisional SSI e l'organo/spazio generali SSI con e senza i tassi anastomotic clinici di perdita erano 4.7%, 3%, 2% e 0.8%, rispettivamente. I fattori di rischio per SSI generale erano la societ? americana del segno 2 di Anesthesiology (asa) o 3 (rapporto dispari [O] = 1.7), il genere maschio (O = 1.5), i chirurghi (O = 1.3-3.3), tipi di funzionamenti (O = 0.3-2.1), creazione di ostomy (O = 2.1), hanno contaminato la ferita (O = 2.9), l'uso di drenaggio (O = 1.6) e l'intra o trasfusione di sangue postoperatoria (1-3 unit?, O = 5.3; unit? >/=4, O = 6.2). Tuttavia, SSIs ai luoghi specifici ha differito l'uno dall'altro riguardo ai fattori di rischio. Fra vari fattori di rischio, soltanto la trasfusione di sangue ? stata associata costantemente con un rischio di SSI a tutto il luogo specifico. CONCLUSIONI: Oltre che il segno dell'asa ed il codice categoria chirurgico della ferita, la trasfusione di sangue, la creazione di ostomy, i tipi di funzionamenti, l'uso di drenaggio, il sesso ed i chirurghi erano importanti nella predizione dello SSIs dopo resezione colorettale elettiva.
PMID: 11505063 [PubMed - spostato ad incrementi per MEDLINE]
PMCID: PMC1422004
| PARTE SUPERIORE DELLA PAGINA |
I fattori di rischio per il piedino raccolgono le infezioni chirurgiche del luogo dopo la chirurgia dell'innesto di esclusione di arteria coronaria.
Olsen mA, Sundt TM, Lawton JS, junior di Damiano RJ, Hopkins-Broyles D, Serratura-Buckley P, Fraser VJ.
Scuola di Medicina dell'universit? di Washington, divisione delle malattie infettive, viale del sud di 660 Euclid, scatola 8051, St. Louis, Mo 63110-1093, S.U.A. della citt? universitaria. molsen@im.wustl.edu
OBIETTIVO: Le infezioni del luogo della raccolta sono pi? comuni delle infezioni chirurgiche della cassa dopo la chirurgia di esclusione di arteria coronaria, tuttavia pochi studi dettagliano i fattori di rischio per queste infezioni. Abbiamo cercato di determinare i fattori di rischio indipendenti per le infezioni chirurgiche del luogo del piedino usando la nostra societ? istituzionale della base di dati toracica dei chirurghi. METODI: Abbiamo analizzato in modo retrospettivo i dati raccolti da 1980 pazienti di esclusione di arteria coronaria che subiscono al 30 giugno 1999 la chirurgia alla nostra istituzione dal 1? gennaio 1996, usando la societ? della base di dati toracica dei chirurghi. I fattori di rischio indipendenti per l'infezione del luogo della raccolta del piedino sono stati identificati da regressione logistica a pi? variabili. RISULTATI: Settantasei pazienti (4.5%) sono stati codificati come essendo avendo un'infezione del luogo della raccolta del piedino, di cui 67 sono stati confermati tramite controllo di infezione. La lunghezza della degenza in ospedale dopo che l'ambulatorio era significativamente pi? lungo in pazienti con l'infezione del luogo della raccolta del piedino (media 10.1 giorni) rispetto a quella dei pazienti senza infezione (media 7.1 giorni, P <.001) ed i pazienti infettati erano pi? probabili essere riammessi all'ospedale entro 30 giorni della chirurgia. I fattori di rischio indipendenti per la raccolta del piedino collocano l'incidente cerebrovascolare precedente incluso infezione (rapporto di probabilit?, 2.9), la trasfusione postoperatoria di 5 unit? o pi? dei globuli rossi (rapporto di probabilit?, 2.8), l'obesit? (rapporto di probabilit?, 2.5), invecchiano 75 anni o pi? vecchio (rapporto di probabilit?, 1.9) ed il genere femminile (rapporto di probabilit?, 1.8). CONCLUSIONI: Costante con gli studi precedenti, il genere femminile e l'obesit? sono stati identificati come fattori di rischio indipendenti per l'infezione del luogo della raccolta del piedino, mentre l'incidente cerebrovascolare precedente, la trasfusione postoperatoria e la vecchiaia sono recentemente fattori di rischio descritti. La societ? della base di dati toracica dei chirurghi ? un attrezzo utile per l'identificazione dei preannunciatori delle infezioni del luogo della raccolta del piedino.
PMID: 14566237 [PubMed - spostato ad incrementi per MEDLINE]
| PARTE SUPERIORE DELLA PAGINA |

MEDICI
ANGOLO